Contatti

tel. 081.871.14.07 / 081.870.18.42
fax. 081.870.27.33
email: info@bancastabiese.it
skip to the main content area of this page
Servizi

Certificati di Deposito

 
corporate headquatersCARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI

Il certificato di deposito è uno strumento finanziario emesso dalla banca. Con i certificati di deposito il cliente investe presso la banca una somma di denaro per un periodo di tempo predeterminato, il cliente potrà esigere la restituzione della somma investita e degli interessi soltanto alla scadenza del contratto.
 
La banca, a sua volta, corrisponde al cliente, per tutta la durata dell’investimento, una somma a titolo di interessi, calcolata sul capitale investito sulla base di un tasso fisso.
Il certificato di deposito è a tasso fisso, il tasso d’interesse è predeterminato all’atto dell’emissione e rimane invariato per tutta la durata del titolo.
Il certificato di deposito è emesso per un importo pari a quello versato dal cliente all’atto della sottoscrizione.

Tra i principali rischi che il cliente deve tenere presente:
  • rischio emittente: il rischio principale del certificato di deposito e' il rischio legato all'eventualita' che la banca non sia in grado di rimborsare al depositante in tutto o in parte il saldo disponibile. Per questa ragione la banca aderisce al sistema di garanzia del F.I.T.D. (Fondo Interbancario Tutela Depositi), che assicura a ciascun depositante una copertura fino a 100.000 Euro. Si precisa che la garanzia del Fondo opera per depositante e per banca, indipendentemente dal numero di rapporti aperti presso la stessa banca. Tale copertura non è estesa ai certificati di deposito al portatore;
  • rischio tasso: nel certificato di deposito a tasso “fisso” la convenienza dell’investimento operato dal cliente può diminuire qualora il tasso di mercato presenta una variazione al rialzo dei tassi di interesse, poiché il titolo continua ad essere remunerato al tasso originariamente pattuito;
  • rischio liquidità: il cliente non può esigere la restituzione del capitale investito prima della scadenza del vincolo;
  • decorso dei termini di prescrizione, i diritti del depositante si prescrivono decorsi dieci anni dalla data di scadenza indicata sul certificato.


CONDIZIONI ECONOMICHE

Tassi        
Modalità di calcolo degli interessi Il calcolo degli interessi è definito tramite: totale dei numeri avere del periodo moltiplicato per il tasso di interesse, il risultato ottenuto è diviso per 365 (divisore dell’anno civile).
Rimborso del capitale Alla scadenza del vincolo
Prelevamenti capitale e interessi prima della scadenza Non ammessi
Oneri e Spese
Ritenuta fiscale sugli interessi Come da disposizioni di legge
Recupero spese Non previste
Recupero spese per ammortamento certificato Non previste
Spese invio comunicazioni Gratuite
Recupero imposta di bollo Come da disposizioni di legge
Valute
Valuta decorrenza interessi Giorno di emissione

                                                   
Tipologia a tasso fisso con regolamento interessi a fine vincolo

Durata Taglio minimo  T.A.N.  Tasso annuo effettivo lordo   Ritenuta fiscale   Tasso annuo effettivo netto
3 mesi Euro 3.000 1,00 % 1,00 % 26 % 0,74 %
6 mesi Euro 3.000 1,00 % 1,00 % 26 % 0,74 %
12 mesi Euro 3.000 1,00 % 1,00 % 26 % 0,74 %


Per la stampa della versione integrale del foglio informativo: clicca qui